La Guardia di Finanza di Napoli ha sequestrato oltre due tonnellate di fuochi pirotecnici e denunciato sei persone tra Napoli e provincia in distinte operazioni. Il sequestro piu’ rilevante e’ avvenuto a Casandrino. Qui hanno scoperto 244 artifici pirotecnici, per un totale di 1,7 tonnellate, con massa attiva pari a 258 kg. Una pattuglia di finanzieri ha notato un uomo che riponeva nel bagagliaio della propria auto alcuni cartoni prelevati da un furgone parcheggiato in un’area di sosta. Sul veicolo c’ erano cartoni in cui erano stipati artifici pirotecnici appartenenti alle categorie F2 e F3. Sul mezzo rimasto nel parcheggio, trovato ulteriore materiale pirotecnico appartenente alle categorie “F2-F3-F4”.

Nel Vesuviano

Sempre in provincia, ad Ercolano, i finanzieri della Compagnia di Portici hanno sottoposto a sequestro 4.480 artifizi pirotecnici detenuti illegalmente sanzionando un responsabile. Mentre a Torre del Greco la locale Compagnia ha sequestrato 890 artifizi pirotecnici denunciando 2 soggetti. Infine, nel capoluogo i Baschi Verdi del Gruppo Pronto Impiego hanno sequestrato 8920 articoli pirotecnici illegali messi in vendita su una bancarella nel centro storico, in Piazza Mercato.