Mancano poche ore ai festeggiamenti per la fine dell’anno ed i carabinieri stanno intensificando i controlli sui botti killer. Sono volti a limitare il più possibile l’utilizzo di fuochi pirotecnici illegali sempre più pericolosi. A Somma Vesuviana i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato per detenzione illegale di esplosivi e giochi pirici due fratelli incensurati. I due hanno 23 e 17 anni e sono del posto. I carabinieri hanno perquisito l’abitazione dove i fratelli convivono. Qui hanno rinvenuto e sequestrato 25 ordigni artigianali e 300 congegni esplosivi. Esplosivo che superava il chilo e che era fabbricato in casa risultando altamente pericoloso.

I fratelli  – sprovvisti di qualsiasi autorizzazione per la fabbricazione, la detenzione e il commercio di materiale esplodente – sono sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.