Sequestrate oltre 6 tonnellate di alimenti e 200 ettolitri di vino, sanzioni amministrative per complessivi 39 mila euro e 2 diffide. I militari dei Reparti Carabinieri per la Tutela agroalimentare, nelle scorse settimane, hanno infatti continuato ad effettuare ispezioni presso aziende del settore agroalimentare. Nel corso delle attività di controllo, che hanno interessato le regioni Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Campania e Calabria, riscontrate violazioni. Sono quindi relative alle normative sull’etichettatura e presentazione dei prodotti, sulla rintracciabilità degli alimenti, sulla tutela dei marchi Dop e sul Testo Unico del vino. In provincia di Salerno, presso una cantina, sequestrati 200 ettolitri di vino rosso da tavola sfuso. La provenienza e giacenza non era giustificata da alcuna documentazione contabile. Il titolare sanzionato in via amministrativa.

In provincia di Reggio Calabria, i titolari di due caseifici sono diffidati a sanare violazioni. Rispettivamente, in materia di obbligo di indicazione in etichetta dell’origine del latte utilizzato nella produzione di prodotti lattiero – caseari e di evocazione, su prodotti pubblicizzati su sito internet aziendale, del marchio tutelato ”Bergamotto di Reggio Calabria – olio essenziale DOP”. Infine, a seguito di accertamenti nell’ambito del settore ippico, in provincia di Napoli, i militari del Rac di Salerno hanno denunciato 3 persone. L’accusa è maltrattamento di animali e frode in competizioni sportive. Poiché era somministrata al cavallo sostanza dopante (caffeina) che consentiva la vincita di una corsa ippica.