Ricoverato in terapia intensiva al Bambino Gesù di Roma il neonato nato lo scorso 20 dicembre all’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca e risultato positivo.  Il piccolo, figlio di una coppia di extracomunitari residenti a Sparanise con la madre pure lei positiva, dopo i primi tamponi negativi è risultato contagiato al coronavirus. Una positività sintomatica, con febbre alta e compromissioni respiratorie. Così dal San Rocco si è reso necessario il trasferimento in una struttura dotata di Terapia Intensiva Neonatale. Ma in Campania non c’era disponibilità. Dopo ore di apprensione il piccolo ha trovato posto al Bambino Gesù di Roma. Qui sta ricevendo le cure necessarie in un reparto di terapia intensiva neonatale.

Secondo quanto racconta Il Mattino sono servire otto ore per trovare un posto letto e un viaggio di due ore e mezza per arrivare in ospedale. Dopo le ricerche della centrale operativa territoriale del 118 per recuperare posti letto, secondo il criterio della prossimità. L’unica soluzione per assicurargli un’assistenza adeguata è stata trasferire il lattante nel presidio della capitale.