Nella notte, verso l’1.40, un giovane 17enne, Manuel Calise, ha perso la vita mentre era alla guida del suo scooter sulla litoranea tra Casamicciola e Lacco Ameno nell’isola in provincia di Napoli. Il giovane, che a breve avrebbe compiuto 18 anni giocatore nel Barano, in sella al suo Sh Honda si è scontrato, mentre rientrava a casa, con una Fiat Panda guidata da un 22enne che viaggiava nella corsia opposta. L’urto è talmente violento che il corpo della vittima è finito sbalzato sulla scogliera sottostante la strada ed i soccorritori hanno impiegato diverse ore per recuperare il corpo ormai senza vita tra gli scogli. Inutili i soccorsi che non hanno potuto fare altro che constatarne la morte. La vettura dell’investitore ha proseguito la sua corsa per alcune decine di metri e poi si è rovesciata su di un fianco.

S.C., il giovane 22enne alla guida della Fiat Panda,che ha tentato di soccorrere la vittima, è accusato di omicidio stradale (art. 589bis cp, introdotto come reato specifico dalla legge nel 2016). Il p.m. di turno, il dottor Pavia, non ha ritenuto necessario il fermo. L’autista ha superato l’alcol test praticato sul luogo del sinistro e si resta in attesa dell’esito delle analisi del sangue. La salma del giovane deceduto, dopo l’autorizzazione alla rimozione, è stata trasportata in terraferma per gli esami autoptici.