Home Articoli in Evidenza Armi e droga a Scafati e nei Paesi Vesuviani, scarcerato “Mozzarella”

Armi e droga a Scafati e nei Paesi Vesuviani, scarcerato “Mozzarella”

La sezione del Tribunale del riesame di Salerno, accogliendo la tesi difensiva dell’avvocato Gennaro De Gennaro ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Nocera Inferiore per il 71enne Gennaro Acanfora, alias “Mozzarella”.  L’uomo è già noto alle forze dell’ordine per il coinvolgimento nel processo “Scafo”. E già condannato per associazione dedita al narcotraffico perché ritenuto vicino alle famiglie criminali di Boscoreale. Figura di primo piano nel panorama criminale scafatese e vesuviano aveva dato vita ad una fiorente piazza di spaccio. La sua centrale operativa era a Scafati in Via Luigi Cavallaro. “Mozzarella” finì fermato lo scorso gennaio in possesso di una pistola e 2,6 grammi di cocaina.

In quella circostanza sequestrarono il block notes dell’Acanfora Gennaro con i nominativi dei clienti. Unitamente all’analisi dei tabulati aveva portato alla scoperta di centinaia e centinaia di cessioni di stupefacente in favore di decine di assuntori tra Scafati e Boscoreale. Tutto con l’intermediazione di una prostituta che offriva sesso e droga ai suoi clienti.

Cocktail esplosivo che in nome dello sballo a base di cocaina portava migliaia e migliaia di euro nelle casse della coppia di pusher. Dopo meno di 14 giorni dall’ordinanza di custodia cautelare in carcere, l’Acanfora Gennaro ha lasciato il carcere di Salerno Fuorni. Ottenendo gli arresti domiciliari proprio dove risultava essere l’epicentro dello spaccio.

Posting....
Exit mobile version