Poco prima della rapina che e’ costata la vita ad Antonio Morione, titolare di una pescheria a Boscoreale, nel Napoletano, c’e’ stato un ‘colpo’ analogo in un’altra pescheria di quella cittadina. In via Diaz uno dei malviventi ha esploso un colpo d’arma da fuoco all’interno dell’esercizio commerciale mentre minacciava i presenti per portare via l’incasso; nessuno, in questo caso, e’ rimasto ferito. I carabinieri non escludono che le due rapine siano opera della banda. Sulla morte di Morione, intanto, emergono altri dettagli. Il commerciante 41enne e’ stato colpito al volto da un solo proiettile dei quattro esplosi dai rapinatori in fuga. I militari dell’Arma di Torre Annunziata hanno rinvenuto un bossolo calibro 9×21 nella pescheria di via Diaz, e 4 bossoli stesso calibro in via della Rocca II, dove ha perso la vita Morione. Qui, poco dopo le 22 di ieri, rapinatori armati sono entrati ma l’uomo ha reagito e li ha inseguiti; uno di loro ha sparato per coprirsi la fuga. Morione, ferito, e’ morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

Sono in corso indagini dei Carabinieri per verificare se si tratti della stessa banda di ladri. Morione, 41enne titolare della pescheria di via Giovanni Della Rocca, ha reagito alla rapina inseguendo i malviventi. Uno dei quali ha esploso quattro colpi per guadagnarsi la fuga. La vittima è stata colpita al volto da uno dei proiettili. I Carabinieri della Compagnia e del Nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno trovato un bossolo calibro 9×21 nella pescheria di via Diaz e 4 bossoli stesso calibro in via Della Rocca, dove ha perso la vita Morione.