Palazzo San Giacomo segue le orme di Palazzo Santa Lucia e dopo l’ordinanza della Regione Campania arriva anche quella del Comune di Napoli. Si vuole limitare il più possibile il rischio contagio Covid nel periodo delle festività natalizie. Nel provvedimento sottoscritto dal sindaco partenopeo Gaetano Manfredi sono individuate 31 tra strade e piazze a potenziale rischio affollamento. Dal 23 dicembre fino al 1 gennaio è dunque disposta la possibilità di interdire le suddette aree cittadine. In caso di assembramenti rilevanti “per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private”. Provvedimenti ulteriori sono presi in vista di giorni chiave come la vigilia di Natale e l’ultimo dell’anno.

“Il 24 e 31 dicembre 2021 – si legge sempre nel dispositivo – ai bar e agli altri esercizi di ristorazione delle suindicate aree si ordina il divieto di vendita (anche al banco e ai tavoli all’aperto) di bevande in contenitori di vetro (sia bottiglie che bicchieri), plastica rigida, lattine, tetrapak o qualsiasi altro materiale rigido. Consentendone la commercializzazione solo in bicchieri di plastica leggera o carta”.

Il sindaco

“Mi auguro che riusciremo con questi ulteriori provvedimenti ad evitare chiusure di cui non abbiamo bisogno e che non vogliamo”. Spiega il sindaco Manfredi che motiva così le sue disposizioni. “Stiamo vivendo – prosegue – una situazione pandemica complicata e lo scenario internazionale porta tante preoccupazioni. L’Italia è riuscita per fortuna, grazie alla maggior capacità di vaccinazione ma anche grazie al rispetto delle regole dei cittadini, a difendersi da questa nuova ondata. Chiaramente abbiamo bisogno di fare attenzione, io credo che anche il Governo nazionale prenderà decisioni, nelle prossime ore, che vanno in questa direzione. Dobbiamo esser capaci di coniugare la giusta voglia di festeggiare e di sviluppare le attività commerciali con la necessità di prudenza. In questa fase – chiosa Manfredi – credo sia dovuta”.