Renato Scarpa è morto a 82 anni nella sua casa a Roma, nel quartiere Monteverde. Era un attore caratterista, aveva esordito sul grande schermo alla fine degli anni ’60; molto apprezzato da De Crescenzo, Nichetti e Troisi, con quest’ultimo aveva collaborato per il film “Ricomincio da tre”, in cui interpretava il complessato Robertino. I romani, in particolare, lo ricordano accanto a Carlo Verdone in “Un sacco bello”: in un assolatissimo giorno di Ferragosto Enzo, interpretato dallo stesso Verdone dà appuntamento a Sergio (Renato Scarpa) per partire per la Polonia.

L’appuntamento è davanti al “palo della morte” a Vigne Nuove, luogo ricordato da una targa del III Municipio e dove i fan della pellicola si ritrovano il 15 agosto. Lunga la filmografia dell’attore, che ha interpretato ruoli in un centinaio di film, oltre a essere apparso in diverse serie tv. Scarpa si è sentito male nel primo pomeriggio; i familiari hanno chiamato subito un’ambulanza del 118. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri. La morte è attribuita a cause naturali.