Terza dose di vaccino dal 1° dicembre a 40-60enni. È quanto ha anticipato oggi il ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo al question time alla Camera: «Con il confronto svolto annuncio che facciamo ulteriore passo avanti: dal primo dicembre saranno chiamati a dose di richiamo anche chi ha tra 40 a 60 anni. La terza dose è assolutamente strategica per la campagna vaccinale: siamo all’83,7% di persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Il richiamo ad oggi è stato offerto 2,4 milioni. Abbiamo iniziato da immunocompromessi, fragili, sanitari, over 60 e chi ha avuto J&J che possono avere booster dopo sei mesi».

A quanto apprende l’Adnkronos, oggi durante la cabina di regia con il premier Mario Draghi, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha posto la questione della terza dose di vaccino anti-Covid obbligatoria per il personale sanitario e chi lavora nella Rsa. L’obbligo è già previsto per le prime due dosi e sul tavolo c’è la valutazione di estendere l’obbligo anche alla terza. È una direzione di marcia, si spiega, ma senza alcuna precipitazione immediata.