Un sequestro preventivo di oltre 220 mila euro eseguito dalla Guardia di Finanza, su ordine del Gip del Tribunale di Napoli, nei confronti di nove residenti a Casamicciola, Lacco Ameno e Forio d’ Ischia. Avrebbero percepito indebitamente il “contributo di autonoma sistemazione”. Sussidio previsto per coloro che hanno subito danni tali da rendere le abitazioni inagibili in occasione del terremoto del 2017 sull’ isola d’ Ischia. Le indagini dei finanzieri hanno accertato che i nove indagati avevano prodotto false attestazioni per ottenere il sussidio dal 2017 al 2021.

I reati ipotizzati sono truffa, falso ideologico e indebita percezione di erogazioni pubbliche. Verificate anche dichiarazione di falsi domicili, di permanenza continua in abitazioni formalmente dichiarate inagibili. E ancora di indebito soggiorno in strutture ricettive convenzionate e di iscrizione presso medici di base in Comuni diversi da quelli dell’isola di Ischia.