Altro giorno e altro arresto a Caivano per i carabinieri della compagnia di Casoria. I carabinieri del reggimento campania stanno setacciando la zona nell’ambito dei servizi disposti dal comando provinciale di Napoli quando notano un auto ed intimano al conducente di fermarsi. L’uomo non accetta l’invito ma accelera, taglia la strada ai carabinieri e nasce l’inseguimento. La fuga però dura poco perché a causa del traffico cittadino l’uomo è costretto a fermarsi.

I carabinieri riescono a raggiungerlo e lo bloccano. Si tratta di Antonio Prece, 42enne del posto già noto alle forze dell’ordine e dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio. Perquisito, infatti, è stato trovato in possesso di una dose di marijuana, di ben 64 grammi di cocaina e della somma contante di 560 euro ritenuta provento del reato.

I carabinieri della tenenza di Caivano però non si sono accontentati ed hanno voluto approfondire il controllo andando a casa dell’arrestato per estendere la perquisizione. Effettuata anche presso le pertinenze dell’appartamento. Rinvenuti e sequestrati 19mila euro. Sequestrata anche altra droga. Rinvenuti più di 7 chili di marijuana che era nascosta all’interno di secchi di vernice utilizzati come parte di un recinto per un terreno utilizzato dalla famiglia prece. L’arrestato è in carcere.