La Procura di Nola ha chiesto l’ergastolo per Domenico Iossa, appena 19enne, reo confesso dell’omicidio di Simone Frascogna. Il giovane ucciso il 3 novembre 2020, a Casalnuovo, in provincia di Napoli. L’omicidio di Frascogna, che aveva 19 anni, con sette coltellate inflitte alle spalle, avvenne al culmine di una lite per motivi di viabilità. Caratterizzata, inizialmente, da calci e pugni. Simone, esperto di arti marziali, riusci’ a uscire vincente da quello scontro. Iossa e’ accusato dell’ omicidio volontario aggravato dai futili motivi e dalla crudelta’ di Simone. Oltre che del tentato omicidio dell’amico di Simone, anche lui raggiunto dai fendenti.

“Ci auguriamo che si arrivi a dare il massimo della pena a chi ha ucciso Simone”, ha detto il consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli che ha seguito anche questa vicenda sin dall’inizio. “Per lui e per tutte le vittime della criminalita’ e della violenza – ha aggiunto Borrelli – deve esserci giustizia vera. Basta con le scusanti, basta con la tolleranza, basta con le giustificazioni e’ tempo di ristabilire le regole e la giustizia sui nostri territori”, ha concluso il consigliere regionale.