Tragedia in via Tasso a Salerno nel Centro Storico. Una donna di 49 anni, per cause ancora in corso di accertamento, è morta dopo essere precipitata nel vuoto dall’abitazione in cui viveva con il compagno. Per la donna, originaria di Torre del Greco, non c’è stato nulla da fare. Sul posto le forze dell’ordine che hanno interrogato a lungo il compagno della donna per ricostruire i fatti. Secondo quanto si apprende si sarebbe gettata dopo una lite. M. C. P., queste le iniziali, era in libertà vigilata, nel 2013, quando risiedeva ancora a Torre del Greco, in una zona a ridosso del porto, uccise il marito prima stordendolo con il ferro da stiro e poi con cinque coltellate.

Sono in corso indagini anche sulla vita della donna e sulla relazione con il suo convivente. Inutili i soccorsi, la donna – secondo quanto rilevato dai medici del 118 – sarebbe morta sul colpo. In un primo momento circolava voce che fosse stato l’uomo a spingerla ma approfondite indagini della polizia hanno da subito smantellato qualsiasi dubbio.