NAPOLI – E’ sotto gli occhi del DIEZ che si e’ consumata forse una delle gare piu’ belle degli ultimi tempi. Uno stadio gremito, ritornato ai tempi che furono ante pandemia. Tante lucine, circa cinquantamila, ad illuminare la statua dedicata al piu’ grande di tutti i tempi, a Diego Armando Maradona. Diego, per Napoli, ha rappresentato il tutto dal calciatore all’uomo innamorato della citta’, con quella voglia di riscatto che forse nemmeno un napoletano nato a Napoli ha. Nella notte del Diez, il Napoli di mister Spalletti ha asfaltato la Lazio dell’ex degli ex mister Maurizio Sarri, colui che ha lanciato il falso nueve, lo scugnizzo Ciro Dries Mertens. Chi l’avrebbe mai detto che sarebbe poi diventato miglior marcatore di tutti i tempi della squadra azzurra? Qualcuno lo aveva gia’ etichettato come old ma Ciro c’e’, Ciro e’ tornato. Grandissima prestazione anche dell’altro migliore in campo Stanislav Lobotka e dei vari Kalidou Koulibaly, Mario Rui, Fabin Ruiz, Lorenzo Insigne. Insomma, merito di tutta la squadra, merito dell’allenatore che ha saputo inibire totalmente l’avversario.

— LE PAGELLE DEL NAPOLI —

David OSPINA 6,5 – Splendida risposta al 25′ sul destro di Luis Alberto, una parata che vale praticamente un goal. Per il resto, non impegnato.

Giovanni DI LORENZO 7 – Legge ed interpreta attentamente quanto arrivi dalla sua parte. Impeccabile come sempre.

Amir RRAHMANI 6,5 – Giocare al fianco di Koulibaly e’ tanta roba ed il mestiere gli diventa piu’ semplice. Non sbaglia praticamente nulla. Deve fare ancora meglio, lo puo’ fare.

Kalidou KOULIBALY 8 – Un muro invalicabile. Inutile dire che potrebbe insegnare ai suoi compagni come si gioca a calcio. Top.

Mario RUI 6,5 – Annulla Felipe Anderson, tant’e’ che poi lo manda poi a farsi la doccia. Con l’Inter aveva sbagliato prestazione, oggi uno dei migliori. Sempre presente sul palleggio del Napoli, punto di riferimento per i compagni. (dall’86’ Faouzi GHOULAM S.V.)

Stanislav LOBOTKA 8 – E diamoglielo questo otto, meritatissimo. Perno del centrocampo, riesce in questa occasione a non fa rimpiangere Anguissa. Senza dubbio la sua migliore partita da quando indossa la maglia azzurra.

Fabian RUIZ 7,5 – I suoi goal sembrano fatti con lo stampino. Sulla trequarti e’ cosa sua.(dall’86’ Kevin MALCUIT S.V.)

Hirving LOZANO 7 – Finalmente in ripresa, diventa l’incubo della difesa laziale. Si fa trovare sempre smarcato e libero per ripartire. Bene cosi’. (dal 64′ Eljif ELMAS 6 – Sempre ordinato e gestisce egregiamente.)

Piotr ZIELINSKI 7,5 – Segna sia contro l’Inter che contro i biancocelesti. E’ lui ad aprire le danze e lo fa con un goal spettacolare. Sicuro, dinamico e veloce. Sta recuperando, piano, ma recupera. Bravo! (dal 73′ Diego DEMME S.V.)
Lorenzo INSIGNE 7,5 – Anche se non segna, le sue “malattie” fanno sempre girare la testa, soprattutto agli avversari. E’ quasi sempre lui l’ispiratore di gran parte delle manovre d’attacco del Napoli. Devastante nel primo tempo, gestisce al secondo.
Dries MERTENS 8,5 – E’ la sua notte, la notte dei due DM. Segna, magicamente, il primo goal al 10′ con una rete da capogiro: salta due avversari senza stress alcuno, per non parlare poi del secondo che e’ un qualcosa di indescrivibile. Ciro aveva solo bisogno di tempo, Ciro e’ tornato. Ciro is back. (dal 64′ Andrea PETAGNA 6 – Entra in campo con la giusta determinazione.)
All. Luciano SPALLETTI 8 – La preoccupazione poteva essere quella legata alle pesantissime assenze di Osimhen ed Anguissa ma il mister riesce a preparare questa gara nel migliore dei modi dando in primis fiducia a Dries Mertens poi a Lobotka, rivelatosi poi migliore in campo. Complimenti alla squadra, complimenti a Spalletti e complimenti a tutto il team azzurro che, nella serata di Diego, batte la Lazio 4-0 e resta da sola in vetta alla classifica. Avanti cosi’.
Fonte foto: Sky Sport