Consumava dietro estorsioni, poi portava via i soldi dalla cassa. Quasi 1500 euro in totale insieme a pacchetti di sigarette. È stato arrestato ed è finito ai domiciliari un 32enne di Sarno, accusato di estorsione e rapina nei confronti di un noto ed importante locale cittadino. L’arresto è eseguito dalla polizia, a seguito di ordinanza cautelare firmata dal gip del Tribunale di Nocera. Il ragazzo, più volte, avrebbe minacciato dipendenti e cassiere di consegnare a lui soldi, bevande e sigarette. Dietro minaccia di una bottiglia di birra, che lo stesso avrebbe promesso di usare per spaccare la faccia a chiunque fosse intervenuto.

I fatti risalgono al settembre scorso. Per almeno tre volte, l’indagato avrebbe portato via i soldi del locale, compresi quelli che spettavano ai clienti quale resto per quanto avevano consumato.