Ritrovato il cadavere del poliziotto – un assistente scelto aggregato della Scientifica di 31 anni, di Napoli – che era scomparso da ieri sera a Lampedusa. All’alba, un natante dei vigili del fuoco – con a bordo quattro pompieri – ha iniziato la perlustrazione, via mare, dirigendosi verso localita’ Ponente. Fra le rocce, sottostanti al costone di Ponente, ritrovato il corpo. I pompieri che hanno utilizzato un natante idoneo per potersi avvicinare il piu’ possibile alla costa. Attendono ora il via libera della Procura per poter recuperare il corpo dell’assistente scelto campano.

In localita’ Ponente, ieri sera, quando hanno ritrovato lo scooter del giovane poliziotto – che era da una settimana circa in servizio all’hotspot di contrada Imbriacola -, hanno rinvenuto anche lo zaino con la macchina fotografica. Non e’ escluso che l’assistente scelto possa essersi sporto eccessivamente per ammirare lo scenario del costone di Ponente. Potrebbe dunque essere scivolato da circa 140 metri d’altezza. Spettera’ pero’ all’inchiesta, gia’ avviata dalla Procura di Agrigento, stabilire cosa sia accaduto al giovane.