Consegno’ un pacco destinato al nipote, facendosi dare in cambio dalla nonna 1.000 euro. Ma era una truffa, che l’anziana insieme al marito denuncio’ immediatamente alle forze dell’ordine. Sei mesi dopo arriva la svolta, con l’individuazione del presunto responsabile. E cosi’ oggi gli agenti del commissariato di Torre del Greco hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari. L’ha emessa il gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura oplontina, nei confronti di C.G., 19 anni: il ragazzo e’ accusato di truffa ai danni di due anziani coniugi. Per lui e’ arrivato anche l’obbligo di portare il braccialetto elettronico.

Stando alle indagini condotte dalla polizia di Torre del Greco, indagini iniziate all’indomani della denuncia presentata dalle vittime, ad agire sarebbe stato proprio il diciannovenne, alla cui identita’ gli inquirenti sono riusciti a risalire analizzando le immagine catturate dai sistemi di videosorveglianza cittadini e successivamente analizzate dagli agenti. Grazie a questi filmati, i poliziotto hanno ricostruito la dinamica dei fatti, riuscendo anche ad individuare l’autore della truffa.