Trasformazioni urbanistiche non in regola, permessi a costruire illegittimi ed eliminazione di un agrumeto in maniera del tutto arbitraria. Sequestrata un’area adibita a parcheggio privato a Torre Annunziata (Napoli). Ad eseguire il decreto emesso d’urgenza della Procura oplontina, personale della sezione di polizia giudiziaria (aliquote Carabinieri e Polizia di Stato) nella zona di corso Umberto I. L’area, stando alle risultanze investigative, sarebbe stata oggetto tra il 2014 ed il 2015 di rilevanti trasformazioni urbanistiche. Con espianto di essenze arboree, livellamento del terreno e apposizione di brecciame. Opere che avrebbero determinato un mutamento della destinazione d’uso, trasformando un agrumeto in un’area per la sosta di autoveicoli.

Da cio’ che e’ emerso, il proprietario del fondo è già condannato con sentenza del 2018 in quanto l’intervento era eseguito in contrasto con la strumentazione urbanistica. Durante il processo, sempre il proprietario aveva pero’ avanzato richiesta per l’adozione di una variante urbanistica. Richiesta per la quale arrivò il permesso di costruire.