Sono buone le condizioni di salute del ‘paziente zero’ e dei suoi cinque familiari conviventi: in tutto quattro adulti, tutti vaccinati, e due bambini. “La situazione è sotto controllo – dice il direttore generale della Asl di Caserta Ferdinando Russo – il paziente zero e i suoi familiari hanno una carica virale molto bassa, e ciò, mi riferisco in particolare agli adulti, è riconducibile al fatto che sono vaccinati con due dosi”. Russo sottolinea che la Asl continua a seguire “con la massima attenzione” la situazione sul versante scolastico, con le due classi elementari frequentate dai figli del manager in isolamento precauzionale.

Nelle due classi non sono emersi nuovi casi. La Asl di Caserta ha tracciato nei giorni scorsi tutti i contatti avuti dall’uomo e dai parenti. In particolare dai figli, effettuando alcune decine di tamponi agli alunni e ai docenti delle due classi. Già due le serie di test effettuate a distanza di cinque giorni, ed entrambe hanno dato esito negativo.

La variante Omicron, individuata anche in Italia con un caso in Campania, probabilmente è più contagiosa. I sintomi, però, appaiono lievi. A far luce sulla variante e sulle sue caratteristiche contribuisce la la South African Medical Association (Sama), l’associazione medica del Sudafrica. Nel Paese, dove la variante è stata scoperta, i positivi hanno manifestato sintomi “insoliti ma lievi”. In un’intervista alla Bbc la presidente dell’Associazione, Angelique Coetzee, spiegando che la ricerca sulla variante è ancora in una fase iniziale, ha detto che “i pazienti si lamentano principalmente di un corpo dolorante e stanchezza, estrema stanchezza, e lo vediamo nelle giovani generazioni, non nelle persone anziane”. La Coetzee ha sottolineato che solo il 24% della popolazione del Paese è completamente vaccinato.