Gli ospedali dell’Asl Napoli 3 Sud, da Castellammare di Stabia a Nola e Vico Equense, in provincia di Napoli, registrano diversi ricoveri di bambini molto piccoli affetti da bronchioliti. Dunque grave insufficienza respiratoria che può essere causata da virus diversi. Ieri mattina, un bambino di soli 5 mesi, ricoverato un giorno e mezzo prima all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, non ha superato la malattia. Ed è morto, nonostante le cure dei sanitari. La Procura ha disposto il sequestro la cartella clinica e ha avviato un’indagine. Ma non ha ancora disposto l’autopsia sul corpo del piccolo paziente, originario di Pimonte.

”Siamo purtroppo in presenza di una epidemia di bronchioliti, insufficienza respiratoria che colpisce i bambini molto piccoli e delle quali il virus sinciziale è il peggiore. Il più pericoloso, che impegna maggiormente per le cure ma che rappresenta per i bambini un grave rischio, fino a poter determinare un esito infausto”. Lo spiega il dottor Luigi Tarallo, primario del reparto di Pediatria dell’ospedale stabiese San Leonardo. Lo stesso che ha avuto in cura il piccolo Giuseppe, deceduto ieri.