A Napoli succede di tutto, succede pure che una fontanella pubblica sia rubata senza che nessuna autorità se ne accorga. L’ultimo furto di fontanella è avvenuto a Fuorigrotta, in via Attilio Regolo all’angolo con via Giulio Cesare. A lanciare l’allarme il gruppo social Sei di Fuorigrotta se che prima s’è interrogato sulla possibilità che la fontana fosse smontata per manutenzione, poi s’è arreso all’idea del furto. Abbiamo verificato e hanno ragione gli appartenenti del gruppo: quella fontana è rubata.

In realtà la questione dei furti delle fontanelle pubbliche a Napoli non è rara. In media ne è portata via una all’anno. Raramente ci sono denunce o segnalazioni alle autorità perché non esiste una struttura che sorveglia la “presenza” delle fontane.

Gli esperti manutentori della Abc (che attualmente non si occupa più delle fontane lungo le strade di Napoli) nella loro esperienza ricordano decine di questi episodi. In genere si tratta di furti su commissione perché questi oggetti sono utilizzati come particolari elementi di arredo nelle ville private. Abitualmente le fontane non vengono rivendute sul territorio ma avviate verso mercati di altre regioni e, talvolta, anche all’estero.