Continua la campagna dei carabinieri e della motorizzazione civile di Bari per il controllo dei veicoli a due ruote elettrici. Spesso utilizzati come biciclette ma modificati fino a raggiungere prestazioni tipiche degli scooter. Grazie alla pedana mobile calibrata e utilizzata da personale tecnico della motorizzazione, fondamentale per accertare in tempo reale la velocità dei veicoli, i carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia hanno controllato decine di bici elettriche. Sei quelle sequestrate perché alterate. Montando un vero e proprio acceleratore e isolando i pedali, le bici erano veri e propri motocicli. Superavano il limite di velocità imposto dalla norma.

I proprietari sono finiti sanzionati per guida senza patente, guida senza casco. Oltre che di mancanza di copertura assicurativa e dei certificati di immatricolazione e circolazione per un importo complessivo circa 20mila euro.