L’annuncio lo dà sui social il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno. «Cari concittadini, anche per domani, 29 novembre, la Protezione Civile regionale ha diramato il bollettino metereologico che segnala allerta arancione sulle nostre zone. Pertanto, come in buona parte dei comuni del Vesuviano, ho deciso di tenere chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, statali e non. Compresi gli asili nido d’infanzia. Per tutelare l’incolumità dei cittadini, resteranno chiusi nuovamente anche il cimitero, i parchi pubblici e le ville». Eccolo, l’effetto dell’allerta meteo arancione proclamata dalla Protezione civile. È una pioggia di chiusure, a catena. Dopo San Giorgio arriva Ercolano: «Ho deciso di chiudere per la giornata dei lunedì tutte le scuole di ogni ordine e grado sia pubbliche che private del territorio comunale, i parchi pubblici e il cimitero comunale», scrive sui social il sindaco Ciro Buonajuto.

Resteranno invece aperte le scuole di Napoli. Da quando è proclamato sindaco, Gaetano Manfredi non ha mai ordinato la chiusura degli istituti scolastici anche in presenza di allerta arancione.