«Come imbruttire Napoli, la cui bellezza è riconosciuta in tutto il mondo. Ci riferiamo al fatto che nelle piazze simbolo della città, nelle strade icone della sua storia monumentale, a partire da piazza dei Martiri per passare alla Galleria Umberto I. Sono poste delle installazioni che, a dir poco, noi riteniamo che siano prive di gusto. Hanno l’effetto contrario a quello perseguito da chi le ha realizzate e da chi ha avuto l’idea di farle sistemare». Lo sostiene in una nota il consigliere regionale Diego Venanzoni.

Il 13 novembre è prevista l’accensione delle luminarie volute dalla Camera di Commercio. «Napoli non ha bisogno di imbellettarsi ulteriormente, la bellezza dei suoi luoghi è straripante e non può essere mortificata da questi tocchi di improbabili abbellimenti. Lo sostengo pur apprezzando lo sforzo propositivo e l’iniziativa messa in campo. Raccogliamo però sempre più pareri e commenti sfavorevoli. La città sembra destinata, in questo periodo prenatalizio, a trasformarsi più in un parco giochi che in luogo ancora più attraente e attrattivo per i napoletani. Ma soprattutto per i tanti turisti provenienti da tutto il mondo che continuano a sceglierla», aggiunge il consigliere.