Altre tre positivi probabilmente legati al primo caso di variante sudafricana in Italia: si tratta di un docente e due compagni di classe di uno dei figli del paziente zero, il manager di Caserta dell’Eni trovato positivo ad Omicron. I risultati definitivi sullo screening disposto su docenti e compagni di classe dei due minori hanno rivelato le nuove positivita’; si dovra’ ora procedere al sequenziamento per stabilire se si tratta effettivamente di Omicron. Al momento sono dunque quattro i casi di positivita’ alla variante sudafricana trovati in Italia, tutti a Caserta e legati al manager Eni.

Ieri il laboratorio del Cotugno di Napoli aveva, infatti, scoperto che anche i due figli e la moglie del paziente zero erano positivi ad Omicron. Mentre per la madre e la suocera del paziente zero non è possibile procedere al sequenziamento per la bassa carica virale. Per quanto riguarda le classi della scuola elementare di Caserta frequentate dai due figli del manager, docenti e alunni – una quarantina di persone in totale – erano già sottoposti nei giorni scorsi ad una doppia serie di tamponi. Tutto dopo che era emersa la positivita’ dei due figli del paziente zero, e tutti i test erano risultati negativi. Alla terza serie, invece, effettuata nella giornata di domenica scorsa, 28 novembre, sono emerse le tre nuove positività. Il docente e i due alunni positivi stanno bene.

Le due classi dovrebbero restare in isolamento, con il ricorso alla Dad, fino al 3 dicembre. Intanto a Caserta una scuola elementare e’ stata chiusa – ma non perche’ legata alla vicenda del ‘paziente zero’ – in relazione ad alcuni casi di positivita’ al Covid riscontrati tra docenti e alunni.