Picchiato a calci e pugni durante un torneo di calcetto di beneficenza. E’ successo a Pimonte, piccolo comune ai piedi dei Monti Lattari. Secondo quanto riferito dalla vittima, sono almeno 6 i giovani che hanno aggredito un uomo di 35 anni. I fatti durante la partita organizzata dalla parrocchia della Beata Vergine Immacolata di Tralia per raccogliere fondi da destinare in beneficenza. L’uomo ha riportato un trauma cranico ed è curato nell’ospedale di Castellammare di Stabia. Qui i sanitari lo hanno giudicato guaribile in 15 giorni.

Il sindaco di Pimonte, Michele Palummo, non esita a parlare di “attacco squadrista” e “atto vile e ingiustificato. La furia che si è scatenata in campo – prosegue Palummo – ha causato l’immediato ricovero di un 35enne in ospedale per trauma cranico, con ben due settimane di prognosi. Poteva concludersi molto peggio. Affidiamo alle forze dell’ordine il compito di fare piena luce su questa raccapricciante vicenda per inchiodare i responsabili alle loro responsabilità. Nessuna attenuante per i partecipanti alla vile aggressione, solo il fermo convincimento che Pimonte non è terra di picchiatori e violenti, è bensì una comunità di pace che guarda ai valori della solidarietà”, conclude Palummo.