Nelle Fonderie Del Giudice di Nola fusa la statua dedicata a Diego Armando Maradona che sarà collocata all’interno dello stadio che porta il suo nome in occasione della partita con la Lazio di domenica prossima 28 novembre. “Maradona è il fuoco di Napoli, quindi è giusto che rinasca dal fuoco”, ha detto il presidente del club azzurro, Aurelio De Laurentiis, facendo riferimento alla definitiva colatura di bronzo della statua.  “Maradona – ha spiegato il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi – ha dimostrato che Napoli può essere prima. Oggi, riprendendo coscienza di questo, la città può e deve valorizzare i suoi talenti e le sue straordinarie energie. E’ un momento importante – ha aggiunto – perchè ritorna una immagine di Diego nello stadio che ha visto le sue gesta”.

“Questo è un modo non solo per ricordarlo ma anche per guardare al futuro della squadra e della città che è legata visceralmente al calcio e a quello che è stato il suo più grande interprete, Diego Armando Maradona”. A regalare la statua Stefano Ceci, manager e amico di Maradona. “Diego ritorna nella sua casa. Abbiamo la possibilità di rivederlo nel suo vecchio stadio, a Napoli, tra i napoletani”.