Lockdown per i non vaccinati? “Sarebbe il minimo” risponde il governatore campano Vincenzo De Luca a chi gli chiede di commentare la richiesta di misure più stringenti avanzate dai governatori del Nord. “Cominciamo a capire – prosegue – qual è la ricaduta negativa di atteggiamenti irresponsabili che abbiamo conosciuto in queste settimane. L’irresponsabilità di chi finge di scambiare per libertà democratica, quella che si chiama irresponsabilità”. In precedenza De Luca aveva liquidato la cosa con una battuta: “Ci rimane solo il napalm o il lanciafiamme”.

“Abbiamo una situazione articolata: la priorità assoluta è il personale sanitario che deve completare rapidamente la terza dose, e il personale scolastico. Noi abbiamo registrato un aumento fortissimo di contagio nelle ultime due settimane per la fascia di bambini sotto i 15 anni”. Così Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania a margine di un evento a Palazzo Santa Lucia. “Il personale scolastico è particolarmente esposto al contagio – ricorda il governatore -. Se vogliamo evitare di chiudere tra tre settimane le scuole dobbiamo vaccinare tutto il personale scolastico. Poi abbiamo deciso di non aspettare l’inizio di dicembre: chi ha fatto da sei mesi l’ultima somministrazione può andare senza prenotazione a farsi la terza dose nelle strutture delle Asl. Dobbiamo correre, quando parliamo di contagio i tempi non sono indifferenti. Un mese prima un mese dopo può significare salvare l’economia di un territorio o dover chiudere tutto” conclude De Luca.