“Dal tracciamento che abbiamo fatto del paziente zero, abbiamo trovato tre alunni nelle scuole frequentate dai due figli del tecnico di Caserta positivi alla variante, la badante e una unita’ appartenente al personale scolastico”. A dirlo, a margine della presentazione dell’Avviso pubblico per la concessione di contributi volti a promuovere la qualita’ dell’architettura moderna e contemporanea sul territorio, il presidente della Campania, Vincenzo de Luca. Quanto a rischi legati alla crescita del numero di casi, “ormai ci siamo. La variante omicron e’ pienamente diffusa – dice – rivedo il film di due anni fa. Trovammo il primo paziente positivo in un Comune del Cilento e sembrava fosse un caso isolato”. Ma De Luca tranquillizza: “Nessuna angoscia ma grandissima prudenza, altrimenti si chiude tutto”. Il ‘governatore’ rivolge anche un appello alle forze dell’ordine affinche’ facciano rispettare l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto.

“Dobbiamo avere controlli rigorosi a Capodichino e dappertutto e dobbiamo avere soprattutto avere un piano di controllo delle forze dell’ordine”, aggiunge. Perche’ “sono inaccettabili le motivazioni che ha dato il ministro dell’Interno. Nessuno pretende di avere la militarizzazione del territorio. Ma avere due pattuglie sul lungomare che fanno un lavoro di richiamo ai ragazzi senza mascherina o avere 10 verbali la sera quando si fa la movida. La chiusura di 3 locali basterebbe a dare un esempio”. “Il problema non e’ la carenza di personale, siamo in un Paese che il numero di agenti di polizia piu’ alto d’Europa in rapporto alla popolazione. Il problema e’ la volonta’ politica”, conclude.