Un bambino di 11 anni del Napoletano è in terapia intensiva all’ospedale Santobono di Napoli per il Covid ed è in gravissimo pericolo di vita. Il ragazzino è arrivato l’altro ieri sera all’ospedale già in una condizione grave. Ieri «ha avuto una crisi cardiaca, quindi ora è intubato e sedato», spiega Rodolfo Conenna, direttore generale del Santobono. «Ha l’assistenza respiratoria – spiega Conenna – ha avuto la crisi cardiaca con pneumotorace. All’arrivo in ospedale, da quello che ci hanno raccontato i genitori stimiamo che avesse il Covid da circa una settimana. Quindi ha avuto dei sintomi gravi proprio nella fase acuta del Covid, mentre di solito i bambini hanno un long covid. In genere con danni vascolari ma non direttamente respiratori».

Il bimbo lo ha visitato ieri anche Giuseppe Fiorentino, direttore del reparto di riabilitazione respiratoria dell’ospedale infettivologico Cotugno di Napoli. Il piccolo resta ricoverato al Santobono anche perché non è trasferibile, ma i medici dell’ospedale pediatrico sono in diretto contatto con i medici dell’ospedale specializzato in covid.