fbpx
Home Covid Covid, arriva il Piano Natale: massimo in otto a tavola e shopping...

Covid, arriva il Piano Natale: massimo in otto a tavola e shopping contingentato

Evitare le tavolate affollate, indossare sempre la mascherina, invitare preferibilmente persone vaccinate, regolamentare gli accessi a negozi e supermercati. In vista del periodo natalizio i rischi di trasmissione del Covid si moltiplicano. Il Governo non ha ancora deciso se e quali nuove restrizioni adottare, tuttavia le idee di virologi, immunologi ed esperti della materia sono molto chiare. Occorrerà molta prudenza. «Limitarsi a 6-8 persone ai pranzi di Natale, stare attenti con i bambini e con gli anziani. Usare la mascherina», raccomanda il virologo Francesco Menichetti, già primario di Malattie infettive all’ospedale di Pisa in vista delle prossime festività che si prospettano «ancora a rischio». La quarta ondata è in atto e per ora il Governo punta a governarla senza ricorrere alle misure dure che hanno caratterizzato lo scorso inverno. Allora con il Natale “in rosso” e le limitazioni su spostamenti e cenoni.

La politica

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa invita a «guardare con fiducia alle prossime settimane. Gli italiani si sono in gran parte vaccinati, negli ospedali la situazione è sotto controllo». Ma gli allarmi per l’aumento dei contagi e il possibile aumento delle ospedalizzazioni si moltiplicano. Per questo gli esperti chiedono regole più restrittive per evitare assembramenti durante lo shopping natalizio. Oltre a limitare le occasioni di contagio a tavola. L’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, ex assessore alla Sanità della Puglia, spiega: «Io a casa mia a cena un mio conoscente o un mio amico non vaccinato non lo invito. Se tutti quanti cominciassimo a dire che se non sei vaccinato al cenone di Natale non ci sei, credo che qualche altra vaccinazione si recupererà».

In ballo non ci sono solo i cenoni però. «Quello che mi preoccupa sarà lo shopping natalizio. Magari bisognerà prevedere dei contingentamenti», dice il virologo Fabrizio Pregliasco, docente della Statale di Milano, mentre Massimo Ciccozzi, docente di Statistica medica ed Epidemiologia all’università Campus Biomedico di Roma. Per salvare il Natale propone la ricetta già in vigore in Campania: «Mascherina sempre all’interno e all’esterno». E poi «via i tamponi dal Green pass e controlli alle frontiere per chi arriva dell’Est Europa».