“Purtroppo la situazione è molto grave. La compromissione polmonare da Covid è importante e attualmente il bambino non respira spontaneamente. Purtroppo sappiamo che quando si arriva all’intubazione la situazione è grave e compromessa, speriamo che riuscirà a superare questa situazione. Abbiamo una intera area di rianimazione molto attrezzata e con persone competenti. Abbiamo avuto anche consulenza con gli esperti del Cotugno con cui siamo in continuo contatto per seguire il bambino. Speriamo bene”. Così Rodolfo Conenna, direttore generale dell’Azienda ospedaliera Santobono, che ha così commentato a Radio Crc la vicenda del bambino di 11 anni ricoverato in gravi condizioni per Covid.

Ieri l’aggravamento delle condizioni del piccolo arrivato già con un quadro difficile in ospedale. Un caso davvero limite nella fascia d’età e che per il momento in Campania rappresenta il primo episodio del genere dall’inizio della pandemia.