fbpx
Home Articoli in Evidenza Corruzione a Portici nel concorso per la Polizia: fecero partecipare ragazza positiva...

Corruzione a Portici nel concorso per la Polizia: fecero partecipare ragazza positiva al Covid

Per consentirle di partecipare ai corsi di formazione per allievi agenti della Polizia Penitenziaria hanno piu’ volte falsificato il necessario attestato di negativita’ al Covid-19 di una candidata. Emerge nell’ambito delle indagini sugli episodi di corruzione ai concorsi per forze armate e di polizia. Oggi hanno spinto il gip Federica Colucci ad emettere 14 misure cautelari. Ai domiciliari sono finiti le persone coinvolte nella realizzazione del falso attestato. L’amministratore di una societa’ di igiene e sicurezza sul lavoro, Alessio Iannillo, 32 anni, l’ex agente della Penitenziaria Maurizio Russo, 29 anni. Ed infine la candidata 29enne.

Gli indagati “…non hanno esitato a falsificare la negativita’ al Covid accettando il rischio che la candidata, pur positiva, frequentasse il corso di formazione presso la scuola di Portici. Qui avrebbe potuto infettare numerose persone”. Lo scrive il gip di Napoli Federica Colucci nell’ordinanza di custodia cautelare. Così ha disposto i domiciliari nei confronti di tre persone coinvolte in un’ inchiesta del Nic della Polizia Penitenziaria. L’indagine è su episodi di corruzione finalizzati al superamento dei concorsi nella pubblica amministrazione.