Da lunedi’ torna in funzione il servizio ferroviario della Circumvesuviana lungo la tratta Torre Annunziata-Poggiomarino. A comunicarlo e’ l’Ente Autonomo Volturno, societa’ di trasporti che si occupa anche delle linee vesuviane. In una nota diffusa dall’ufficio stampa dell’Eav infatti si leggono i dettagli. ”In merito alle problematiche che hanno portato alla rimodulazione del servizio sulle linee Napoli-Poggiomarino e Napoli-Sarno, l’azienda comunica che, vista la riapertura del dialogo tra le parti, le modifiche in vigore dal 6 novembre saranno revocate. Pertanto, a partire dal 15 novembre, la circolazione sulla Napoli-Poggiomarino tornera’ regolare sull’intera linea. Saranno ripristinate le corse soppresse su tutte le linee”.

I sindaci

Questa mattina il Sindaco Cristoforo Salvati ha incontrato, a Palazzo Meyer, il Sindaco di Poggiomarino Maurizio Falanga e l’Assessore del Comune di Pompei, Ciro Casco-ne, delegato dal Sindaco Carmine Lo Sapio, per discutere della problematica relativa alla soppressione del-le corse della Circumvesuviana sulla tratta Napoli-Poggiomarino disposta dall’Eav (Ente Autonomo Vol-turno). Era stato il primo cittadino di Scafati a convocare i colleghi Sindaci dei comuni di Pompei, Bosco-reale e Poggiomarino con l’obiettivo di mettere in campo un’azione comune e mirata ad ottenere il ripristino delle corse cancellate, a tutela dei viaggiatori. Assente, per impegni istituzionali, il Sindaco di Boscoreale Antonio Diplomatico, che ha delegato il Sindaco Salvati, condividendo le scelte assunte dai presenti. Al termine della discussione è stato deciso di di chiedere al Presidente dell’Eav, Umberto De Gregorio, la convocazione di un incontro ad horas, coinvolgendo anche la Regione Campania.

Cristoforo Salvati (Sindaco di SCAFATI)

“Abbiamo condiviso la necessità di chiedere, prima di tutto, un incontro urgente con l’Eav per tentare di addivenire con urgenza ad una soluzione concordata con tutti gli enti e le istituzioni coinvolte per porre fine ai disagi determinati dalla soppressione delle corse Circum sulla tratta Napoli-Poggiomarino disposta, sen-za alcun preavviso, dalla società. Abbiamo chiamato in causa anche la Regione Campania affinché inter-venga, per quanto di competenza. Una cosa è certa. Non intendiamo fare passi indietro. Abbiamo il dovere, in quanto amministratori, di tutelare i diritti dei nostri cittadini, di garantire ai viaggiatori delle nostre co-munità di poter continuare ad utilizzare un servizio indispensabile”.

Carmine Lo Sapio (Sindaco di POMPEI)

“Confido sempre nel potere del dialogo e della mediazione, nonché nella professionalità e nella disponibili-tà del Presidente Umberto De Gregorio. I tempi ci impongono uno sforzo collettivo, azioni di solidarietà sociale e senso di responsabilità da parte di tutti: amministratori e dipendenti. Sono certo che nessuno verrà meno al proprio impegno e a questo intento e che assieme riusciremo a trovare una soluzione”

Maurizio Falanga (Sindaco di POGGIOMARINO)

“Credo fortemente nel dialogo con i territori e con i rispettivi sindaci. Faremo squadra per ottenere nuova-mente tutte le corse dei treni che collegano i territori vesuviani. Poggiomarino ha solo la Circumvesuviana che permette ai cittadini di spostarsi e non permetterò, non permetteremo che resti isolata come è avvenuto in questi giorni. Da Poggiomarino partono ogni mattina studenti e lavoratori che meritano di essere tutelati. E turisti che stanno scoprendo la realtà del parco archeologico di Longola, ancorata oramai alle meraviglie della città di Pompei. Non cederemo di un solo passo. Non possiamo interrompere questo ponte di storia, cultura, turismo”.

Antonio Diplomatico (Sindaco di BOSCOREALE)

“Condivido in pieno le posizioni dei miei colleghi sindaci, nella consapevolezza che chi amministra ha il dovere di tutelare i diritti dei propri concittadini. Il nostro auspicio è che la situazione possa risolversi al più presto e che le corse soppresse vengano ripristinate. Comprendiamo le difficoltà denunciate dall’Ente Auto-nomo Volturno e speriamo di poter trovare insieme una soluzione che venga incontro alle esigenze di tutti, sollecitando anche l’intervento della Regione e del Ministero competente affinché possano essere reperite risorse necessarie per potenziare i servizi di trasporto nei nostri territori e supportare le aziende in difficol-tà, come l’Eav.