Il peso del caro-bollette  non si farà sentire per tutti allo stesso modo. I nuclei familiari e i cittadini con redditi bassi, infatti, possono usufruire dei cosiddetti bonus bollette. Uno sconto, importante, che si somma a quello già previsto a inizio anno e che vale tra i 128 e i 177 euro a famiglia. Il bonus per energia e gas ha un importo differenziato in base a diverse variabili e ora, a differenza del passato, non deve essere più richiesto, ma è calcolato direttamente con la compilazione della Dichiarazione Unica che serve a richiedere l’Isee. Si tratta di un bell’aiuto, in ogni caso, in grado praticamente di sterilizzare le stangate che ci sono state tra luglio e ottobre. Un contributo, quindi, che potrebbe essere anche rafforzato, per affrontare i rincari che ci potrebbero essere ancora fino alla metà dell’anno prossimo.

Le condizioni necessarie per avere diritto agli sconti: appartenere ad un nucleo familiare con indicatore Isee non superiore a 8.265 euro, oppure avere un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore Isee non superiore a 20mila euro, o essere parte di un nucleo familiare ritolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza. Uno dei componenti del nucleo familiare Isee deve essere intestatario di un contratto di fornitura elettrica, gas o idrica con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas o idrica attiva. Ogni famiglia ha diritto a un solo bonus per tipologia – elettrico, gas, idrico – per anno di competenza.

Il valore

Il valore del bonus è annuale e dipende dal numero di componenti della famiglia. Per quest’anno i valori standard del bonus elettrico sono: per 1-2 componenti 128 euro; per 3-4 componenti 151 euro; oltre 4 componenti 177 euro.

Per il bonus gas, gli importi previsti sono invece differenziati rispetto alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica: da 67 euro della zona climatica A/B per acqua calda sanitaria e/o uso cottura più riscaldamento a 170 euro della zona F per le famiglie fino a 4 componenti, da 93 euro della zona climatica A/B per acqua calda sanitaria e/o uso cottura più riscaldamento a 245 euro per famiglie con oltre 4 componenti.