La Procura della Repubblica di Pescara indaga sulla morte della piccola Giulia, bambina di 11 mesi deceduta nella notte tra venerdì e sabato. I fatti poco dopo essere arrivata all’ospedale della città adriatica. La piccola, di Monteodorisio, portata dai genitori al pronto soccorso del “San Pio da Pietralcina” di Vasto nella tarda mattinata di venerdì. Tutto a causa della febbre alta. Lì sottoposta a una consulenza pediatrica al termine della quale si consigliò il ricovero nel reparto di Pediatria. Durante la notte il quadro clinico è precipitato e la bambina trasportata d’urgenza in ambulanza a Pescara. Durante il viaggio la colpì due volte da arresto cardiaco e rianimata. Al “Santo Spirito” è arrivata in fin di vita ed è deceduta poco dopo il suo ingresso nel nosocomio.

I genitori hanno presentato una denuncia sulla morte della piccola, il magistrato di turno del tribunale di Pescara, Andrea Papalia, ha acquisito la cartella clinica e disposto l’autopsia. Bisognerà capire e ricostruire cos’è accaduto dall’ingresso in ospedale a Vasto all’arrivo a Pescara e se la piccola, ultima di tre figli e che a fine dicembre avrebbe compiuto un anno, poteva essere salvata.