E’ tornato in liberta’ il 20enne salernitano che era finito ai domiciliari con l’accusa di omicidio stradale. I fatti per l’incidente avvenuto venerdi’ notte a Salerno e nel quale ha perso la vita il 28enne Luigi D’Urso. Il gip, infatti, non ha applicato misure cautelari a carico del giovane. Era alla guida della Ford Fiesta che si e’ scontrata violentemente con lo scooter in sella al quale viaggiava D’Urso. Secondo la ricostruzione effettuata dagli agenti della Questura, infatti, non è ancora possibile ricostruire in maniera chiara la dinamica dell’incidente. Dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza acquisite sul luogo dell’incidente – che era avvenuto all’incrocio tra Corso Garibaldi e via De Felice – non sarebbero emersi elementi idonei a chiarire la dinamica dell’incidente.

Non e’ ancora chiaro, ad esempio, se uno dei due veicoli non abbia rispettato il semaforo o se siano state commessi altri errori. Dubbi che proveranno a chiarire gli agenti della Questura anche attraverso il racconto dei tre ventenni che viaggiavano nell’auto rimasta coinvolta nell’incidente.