Alcuni cartoni del Banco Alimentare contenenti beni di prima necessità da donare alle famiglie indigenti sono finiti in fiamme. I fatti ieri sera, poco prima delle 19 all’esterno della sede del Collegamento campano contro le camorre e presidio Libera in via Diaz a Portici. Ad informare i volontari, un cittadino che passeggiava sul quel tratto di strada. Il tempestivo intervento di un gruppo di volontari ha evitato che le fiamme si propagassero ulteriormente. Il fuoco è poi domato con getti d’acqua. Sull’episodio presentata denuncia ai Carabinieri della locale Stazione.

«Hanno incendiato i cartoni del Banco Alimentare, dopo averli sistemati, come sempre, fuori la sede di Libera Portici e del Collegamento contro le camorre. Ancora una volta un atto vandalico e provocatorio» dice Leandro Limoccia, componente del Coordinamento Provinciale Libera Napoli e presidente del Collegamento contro le camorre. «Questi episodi stanno accadendo troppo spesso. Chiunque sia continueremo, serenamente, a fare la nostra parte per la comunità libera dalle mafie, per la rigenerazione della politica e non ci faremo intimidire».