Li hanno trovati a terra senza vita, poco distanti l’uno dall’altro. Erano in una cunetta di cemento dopo essere sbalzati violentemente fuori dalla loro auto. E’ cosi che sono morti Antonio Fina di Montemiletto e Alessio Altavilla di Pietradefusi, 19 anni il primo e 21 il secondo. Rientravano entrambi da un locale dopo aver trascorso un sabato sera allegro con
gli amici. Un viaggio di ritorno finito in tragedia alla frazione Calore di Mirabella Eclano, lungo la statale 90 delle Puglie. E’ successo tutto in pochi secondi. Erano le 4.30 circa quando è avvenuto il terribile schianto, all’altezza di via Pezza del Carro, alla fine di una lunga discesa in prossimità di una curva. L’auto con a bordo Antonio e Alessio, una Volkswagen New Beetle decapottabile, è finita fuori strada. Terminando la sua corsa contro un muretto, all’ingresso di un’area di servizio.

Corpi irriconoscibili in una pozza di sangue e avvolti da lenzuoli bianchi. Una scena raccapricciante quella che si è presentata agli occhi dei soccorritori. Sul posto le ambulanze del 118 allertate dalla centrale operativa di Avellino, i carabinieri e vigili del fuoco del distaccamento di Grottaminarda. Non c’è stato purtroppo nulla da fare. Entrambi i giovani sono deceduti sul colpo a seguito delle gravissime lesioni riportate.