Un’attività di raccolta abusiva di scommesse è stata accertata dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane di Napoli, in seguito al monitoraggio condotto dall’ufficio antifrode e controlli. L’intervento è stato svolto in collaborazione con i carabinieri della compagnia Napoli-Stella ed ha condotto all’accertamento del reato di intermediazione e al sequestro di postazioni di gioco illegali su più siti.

Ciò – evidenzia l’Agenzia delle Dogane – è stato possibile sia attraverso la ricostruzione delle cronologie di navigazione dei computer presenti nei locali ispezionati, sia attraverso il ritrovamento di ricevute di gioco in originale e dei tagliandi manoscritti recanti gli eventi sportivi su cui scommettere anche in presenza di avventori, per un importo complessivo di giocate nel solo mese di settembre, di oltre 20.000 euro.