A sparare, l’altra notte ad Ercolano, dove due giovani sono finiti uccisi, secondo quanto si e’ appreso, sarebbe stato il proprietario di una abitazione alla periferia di Ercolano. L’uomo, pare vittima in passato di furti, ha esploso diversi colpi con una pistola detenuta legalmente. La sua posizione e’ adesso al vaglio degli inquirenti.

Si sta facendo largo l’ipotesi che i due incensurati di 26 e 27 anni, morti a Ercolano (Napoli) nella notte, uccisi dal proprietario di una villetta a via Marsiglia, zona sterrata alle falde del Vesuvio, siano finiti colpiti per errore perché scambiati per due ladri. L’uomo che ha sparato, pare che sia un cacciatore, si sarebbe impressionato della presenza dei due ragazzi intorno a casa sua. I ragazzi al momento degli spari erano nella loro auto. Il proprietario della villetta è ascoltato dai carabinieri intervenuti sul posto, dove è presente anche il magistrato di turno.