Un arresto, droga sequestrata e un impianto di videosorveglianza abusivo smantellato costituiscono il bilancio dei controlli ad alto impatto dei carabinieri a Torre Annunziata. I militari hanno effettuato posti di blocco rafforzati e perquisizioni nel rione di edilizia popolare Parco Trento, noto per la tragica morte di Matilde Sorrentino, la mamma che denunciò i casi di pedofilia in una scuola cittadina. I carabinieri della compagnia di Torre Annunziata sono stati affiancati dai militari del Reggimento Campania, dal nucleo cinofili, dal nucleo carabinieri elicotteristi di Pontecagnano e dai vigili del fuoco.

È stato arrestato per spaccio di droga Salvatore Gallo, 21 anni, già denunciato in passato. I militari gli hanno sequestrato 37 grammi di marijuana, materiale per il confezionamento della droga, un bilancino di precisione e tre coltelli a serramanico. Sequestrato anche un sistema di videosorveglianza abusivo. Quattro microtelecamere erano state posizionate nell’impianto della corrente elettrica esterna che perimetra il palazzo, e consentivano così di sorvegliare l’intera area.

Le immagini potevano essere registrate da un dispositivo nascosto sul tetto, dove probabilmente si posizionava una vedetta. In un’area comune è stata sequestrata una pistola finta marca Bruni calibro 8 modificata e priva di tappo rosso con 45 proiettili a salve. Infine, insieme al personale dell’Agenzia dei Monopoli di Stato i carabinieri hanno controllato quattro sale scommesse in via Vittorio Veneto, identificando tutti i presenti. Sanzionata una delle sale che era priva dell’ autorizzazione per gli apparecchi di intrattenimento e la somministrazione di bevande e alimenti.