Sessanta suini erano allevati in pessime condizioni sanitarie ed igieniche. Gli animali erano stipati in box strettissimi dove non avevano libertà di movimento, tra i loro escrementi e rifiuti vari. E’ quanto hanno scoperto i carabinieri di Qualiano insieme al personale del servizio veterinario dell’ASL NA2 Nord. Due imprenditori agricoli del posto per maltrattamento di animali e smaltimento illecito di rifiuti.

I liquami e gli scarti organici dei capi di bestiame venivano sversati direttamente nella rete fognaria pubblica. L’intera attività è stata sequestrata.