Un operaio è stato sorpreso dagli agenti della squadra mobile di Como, in autostrada, con 700mila euro nascosti in un doppio fondo della sua auto. Si è giustificato dicendo di non sapere da dove venissero questi soldi. L’uomo, 49 anni, fermato perché guidava in modo spericolato, è stato denunciato per riciclaggio e i soldi sono stati sequestrati. L’auto è stata ispezionata in questura, dove gli agenti hanno portato l’uomo, molto agitato, che sosteneva di essere stato in Calabria e per questo era pieno di «prodotti alimentari».

Il cane della guardia di finanza ha fiutato qualcosa in corrispondenza di una paratia in plastica montata male nel vano portabagagli: nella fessura c’erano 30 mazzette di banconote per 700mila euro.