Home Attualità Maltempo, mezzo Sud in ginocchio: coppia travolta dal fango, voli cancellati e...

Maltempo, mezzo Sud in ginocchio: coppia travolta dal fango, voli cancellati e scuole chiuse

Trovato il corpo dell’uomo, di 67 anni, disperso ieri sera con la moglie a Scordia, centro della Piana di Catania colpito da un nubifragio. Era in un agrumeto distante dal luogo nel quale era erano visti l’ultima volta, in contrada Ogliastra. Lo rendono noto i vigili del fuoco di Catania. A fare scattare l’allarme un uomo rimasto bloccato dentro la sua auto per la presenza di un fiume di acqua e fango in strada. Ai vigili del fuoco che lo hanno soccorso ha detto di avere visto una coppia su una Ford Fiesta che, scesa dall’auto, sarebbe finita travolta dalla furia dell’acqua.

E in queste ore la furia del maltempo che ha colpito la Sicilia non accenna a diminuire con ponti crollati, fiumi esondati, scuole chiuse e voli dirottati. Una forte ondata di maltempo ha colpito la Sicilia, in particolare la zona sud-orientale dell’Isola, nella giornata e nella serata di domenica, creando danni ingenti e notevoli disagi alla popolazione. La situazione più problematica è a Scordia, un centro agricolo della Piana di Catania, dove la pioggia intensa ed i forti venti hanno creato dei fiumi d’acqua nelle strade cittadine: la forza impetuosa dell’acqua ha anche trascinato diverse auto.

La vittima

E proprio qui a Scordia ha perso la vita l’uomo di 67 anni, mentre si continua a cercare la moglie di 54 anni, ancora data per dispersa. Alle ricerche partecipano sommozzatori e vigili del fuoco. Per un momento a tarda sera si era tirato un sospiro di sollievo dopo aver reso noto il ritrovamento di una coppia di Scordia travolta dell’acqua, ma erano altre due persone, sempre marito e moglie, condotte per precauzione in ospedale.

I disagi

Intanto, voli cancellati e altri dirottati a causa del maltempo a Palermo, ma soprattutto a Catania. Sono decine i voli cancellati o dirottati. Le difficoltà maggiori si sono registrate al Fontanarossa di Catania dove sono dirottati doversi voli su Palermo, altri su Comiso. E sono chiuse le scuole in molti comuni della Sicilia orientale, da Messina a Catania, ad Acireale. La decisione è stata presa dai sindaci a causa del maltempo e del bollettino diramato dalla Protezione civile regionale.

«L’impossibilità di prevedere esattamente l’ora e il momento nel quale avverrà il picco dei violenti fenomeni annunciati impone a tutti noi la massima cautela, per il bene dei nostri ragazzi e ragazze, dei lavoratori della scuola e dell’intero corpo docente», dice il sindaco di Catania Salvo Pogliese.

Posting....
Exit mobile version