Home Articoli in Evidenza Loculi in cambio di regali nell’ufficio “hot”, altro caso nell’ufficio comunale dei...

Loculi in cambio di regali nell’ufficio “hot”, altro caso nell’ufficio comunale dei Paesi Vesuviani

Nuove rivelazioni sul caso della dipendente a luci rosse del Comune di Ercolano che, come è emerso dallo scoop del Tg satirico, dal suo ufficio si spogliava via webcam su un sito per adulti. Nella puntata di ieri di Striscia la Notizia, Luca Abete ha incontrato il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, per chiedergli conto di un altro illecito. La signora, infatti, dopo una delle dirette porno aveva dimenticato di interrompere le trasmissioni. Inconsapevolmente ha diffuso una sua conversazione in cui, senza troppi filtri, parla di pratiche per agevolare l’assegnazione di loculi (anche occupati abusivamente) in cambio di soldi e regalie.

«Il mercato dei loculi è una vergogna. Dalla registrazione emerge che i dipendenti del Comune si interessano a fatti che non riguardano il Comune. Chiederò all’ufficio del personale di intervenire», commenta il sindaco Buonajuto. E riguardo alle dirette hot dice: «Abbiamo provato disgusto davanti a quelle immagini e immediatamente ho chiesto di avviare le procedure disciplinari nei confronti della lavoratrice, che è già sospesa e si arriverà finanche al licenziamento. Se le mani che si vedono nei video sono di dipendenti comunali bisognerà agire anche nei loro confronti». Nei giorni scorsi il primo cittadino ha azzerato l’ufficio.

Posting....
Exit mobile version