Traditi dal click della fotocamera in cabina elettorale e denunciati per violazioni alla legge che assicura la segretezza della espressione del voto nelle consultazioni elettorali. Due persone sono state denunciate nel Napoletano. A Volla, i carabinieri lo hanno fatto per un uomo di 25 e uno di 38 anni. Il presidente del seggio ha sorpreso il 25enne mentre fotografava con il proprio smartphone la sua scheda elettorale che aveva appena contrassegnato; nella gallery del cellulare aveva anche la foto della scheda elettorale compilata inviatagli a mezzo social dal 38enne. Il piu’ grande dei 2 aveva pensato bene anche di filmare le fasi del voto. I cellulari sono stati sequestrati.

A Napoli, protagonisti due uomini gia’ noti alle forze dell’ordine, un 19enne di Chiaiano e un 42enne di Marianella. I presidenti di due seggi elettorali di Chiaiano e Piscinola hanno chiesto loro di lasciare, come previsto, qualsiasi dispositivo elettronico prima di entrare in cabina. “Non abbiamo telefoni addosso”, avrebbero dichiarato i due, ma una volta in cabina hanno scattato la foto alla scheda elettorale senza premurarsi di silenziare lo smartphone. I presidenti hanno cosi’ allertato i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli che hanno identificato e denunciato i due, sequestrando loro i cellulari.