Nuova cassa integrazione per gli operai dello stabilimento Stellantis di Pomigliano d’Arco, che potranno usufruire degli ammortizzatori sociali anche per tutto il mese di ottobre. Si è svolto oggi, infatti, l’esame congiunto tra azienda ed organizzazioni sindacali per discutere della richiesta avanzata da Stellantis di cassa integrazione ordinaria dal 1 al 31 ottobre, per eventi «improvvisi, repentini ed imprevedibili», e fronteggiare, quindi, la crisi dovuta alla carenza di semiconduttori, così come avvenuto per la seconda metà del mese di settembre. L’azienda, spiega Mario Di Costanzo, responsabile automotive della Fiom di Napoli, si è impegnata, su richiesta delle organizzazioni sindacali, «a garantire anche per ottobre la maturazione dei ratei contrattuali a prescindere dal numero di giorni di lavoro effettuato».

«Come sindacati – ha aggiunto – abbiamo stigmatizzato però il comportamento da parte della direzione aziendale della programmazione di lavoro per gli operai a ridotte capacità lavorative, che a settembre hanno lavorato per pochissimi giorni o addirittura nessuno. Tale scelta è moralmente inaccettabile e giuridicamente discriminatoria e penalizza fortemente il potere d’acquisto di questi lavoratori».