Il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Michele Schiano di Visconti, ha espresso la propria solidarieta’ alla leader dell’opposizione del Consiglio comunale di Camposano (Napoli), Carmela Rescigno. Attaccata dal sindaco della cittadina partenopea, Francesco Barbato, nel corso della prima seduta di Pubblica assise dopo la sua rielezione. “Ho sempre detto che c’e’ Camposano e campomarcio”, ha detto il sindaco durante la seduta indicando rispettivamente maggioranza ed opposizione. E alle repliche di Rescigno, il sindaco ha chiesto ai vigili di espellere la sua rivale politica dall’aula “Vi ordino di portarla fuori – si sente chiaramente nel video della diretta streaming – se non vuole venire prendetela con la forza e portatela fuori”. Attacchi condannati da Schiano, il quale ora chiede le scuse di Barbato alla consigliera e l’intervento del Prefetto di Napoli “per chiarire in tutti gli aspetti questa scabrosa vicenda”.

“In politica esiste il confronto – ha aggiunto l’esponente di Fdl – la discussione, la provocazione, l’attacco, la polemica. Ma quello che e’ successo durante il consiglio comunale di insediamento del nuovo sindaco a Camposano ha niente di politica. Il comportamento sgarbato, maleducato e violento del sindaco Francesco Barbato nei confronti del consigliere comunale Carmela Rescigno e’ un attacco che non ha scusanti. Un linguaggio e un comportamento da dittatore, un modo di fare che non deve e non puo’ appartenere a un rappresentante delle istituzioni pubbliche che in passato ha ricoperto anche il ruolo di onorevole della Repubblica Italiana. Il video di quanto avvenuto nel civico consesso con la richiesta immotivata di espulsione del consigliere Rescigno dall’aula con toni fin troppo esasperati e’ un cattivo esempio di un uso distorto della res pubblica”.